Io credo, nonostante tutto!

Il mio sito ha varie finalità. La prima è l’incontro con altri esseri umani, l’amicizia, la fraternità. La non meno importante è la testimonianza riguardo alla mia fede, ossia, il senso della vita che ho trovato in Gesù Cristo e che ho espresso ed esprimo attraverso il mio lavoro che è da sempre in simbiosi con la mia vita.
Ho avuto la grazia di lavorare intensamente, talvolta duramente, talaltra amaramente, sempre però in funzione del mio cammino di speranza.
Ho avuto modo di lavorare a tempo pieno come manovale della speranza, servitore della parola e di una comunità di fede ispirata dall’Evangelo di Gesù Cristo.
Altri lo fanno e l’hanno fatto attraverso mestieri e professioni variegate. Non c’è professione o mestiere che non consenta di essere al servizio della Parola e della speranza. Io l’ho fatto come pastore, volontario nelle carceri, predicatore, autore di programmi radio, opinionista, conferenziere, animatore giovanile, articolista, autore di saggi e soprattutto di opere semplici di divulgazione teologica. Ultimamente come narratore.
Sono a un passo dai settanta anni. Li compirò all’inizio del 2014. La vecchiaia è già cominciata. Dopo vari decenni di riflessione dico con forza che “Io credo”.
Credo In Dio manifestato in Gesù Cristo e raccontato nelle Sacre Scritture dell’Antico e del Nuovo Testamento. Credo nel valore della mia comunità di fede che è la Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno. Credo nel dialogo e nella collaborazione ecumenica. Credo nell’essere umano e nella sua propensione al bene. Credo nelle potenzialità della politica intesa come passione per l’organizzazione equa, solidale e pacifica della vita in comune.
Credo però, “nonostante tutto!” Credo comprendendo, riconoscendo come serie e forti le ragioni di molti che non credono o che hanno difficoltà a credere. Credo che esse nascono dalla fatica logorante, qualche volta; dal dolore eccessivo, spesso; dalle disillusioni troppe numerose, sovente; dalla complessità e dalla complicatezza del tutto, sempre.

Credo perciò con il massimo rispetto di chi non crede o di chi crede diversamente.
Credo anche e fortemente nella bellezza dell’incontro umano. Nonostante le delusioni che ho ricevuto e che certamente ho procurato, l’incontro, l’amicizia, la fraternità, rimane ciò che ci resta nel sentiero aspro dell’esistenza. Vale sempre la pena incontrarsi, vale sempre la pena ricercare l’amicizia e la fraternità, una migliore verità.
Il mio sito vuole solo essere occasione d’incontro, di confronto di fraternità, una piccola vetrina per informare, ma anche una cantina e assieme un piccolo magazzino aperto a tutti, dove riporrò cose che ho prodotto e che produrrò sino a quando sarò in grado di produrre. Sempre come servitore della Parola, manovale della Speranza.

Io credo, nonostante tutto!
4.5 (89.23%) 13 votes

Scrivi un tuo commento usando Facebook

commenti

Permalink link a questo articolo: https://www.rolandorizzo.it/

Lascia un commento

Il settario e il testimone fedele

Cosa differenzia Il fanatico settario dal testimone evangelico fedele? IL FANATICO SETTARIO 1 – Ha convinzioni assolute e definitive. Ciò che ritiene verità rimane tale senza possibilità di mutamenti. Sospetta facilmente la cattiva fede, la paura, la debolezza, i complotti… 2 – Si sente responsabile dei comportamenti altrui 3 – Difende le sue convinzioni affermando …

Leggi altro

Immigrati 2018

ERIO CASTELLUCCI E’ UN VESCOVO CATTOLICO, IN COMUNE NON ABBIAMO LA VENERAZIONE DELLA VERGINE E DEI SANTI, IL PRIMATO DI PIETRO, LA SANTIFICAZIONE DEL SABATO…MA L’AMORE PER L’UOMO, SOPRATTUTTO SE DEBOLE CI UNISCE…Pubblico volentieri e di mia iniziativa questa bella riflessione sull’immigrazione. Arcidiocesi di Modena–Nonantola – Lettera alla città 2018 “Ma qual è il mio …

Leggi altro

La morale immorale: immoralità cristiana

LA MORALE IMMORALE. Sessanta anni fa, più o meno: un fratello di chiesa rincasò dal lavoro e in casa non trovò nessuno. La moglie di cui era innamorato pazzo era fuggita in una grande città del nord senza lasciare alcuna traccia di se. Ne ricordo l’immane sofferenza morale e materiale. Poiché, come accade spesso anche …

Leggi altro

Il principino scomparso

Rolando Rizzo, Il principino scomparso, ed.ADV, Firenze 2017 Recensione della prof. Mariuccia Gianicola Luberto, vice presidente della Società Dante Alighieri. di Cosenza Conosco bene questo autore dalla penna felice. Ho recensito tutti i suoi libri e due li ho presentati. Rolando Rizzo è uno scrittore originale, un po’ fuori dagli schemi consueti che sorprende, attrae …

Leggi altro

L’Apostata e l’apostasia

L’apostasia e l’apostata   Con questa parola si caratterizzano arbitrariamente cose assai diverse tra loro. Perfino un membro di chiesa che cambia idea e lascia una comunità per un’altra viene spesso definito “apostata”. Il cristianesimo viene definito sovente apostata sulla base dei mutamenti nel suo credo originario, spesso immaginato più che conosciuto. Una parte considerevole …

Leggi altro